14-04-2013 Primo giro motociclistico

13

14-04-2013 primo giro motociclistico. Destinazione lago di Garda, Sirmione.

Sabato 13/04 cena apertura stagione

7

Come sempre si inizia con la nostra solita cena all’agriturismo La Torre.

BUONA PASQUA A TUTTI….

6

buona pasqua

frammenti del primo kawa-giro 2012!!!

5

Ed eccoci finalmente al report, della nostra prima kawa-uscita… tanto divertimento, moto a confronto,centauri incalliti e zavorrine pazienti, buon cibo e ahimé al ritorno….tanto freddo!!!

 

01-04-2011 ricomincia la stagione motociclistica

16

Cari amici motoclisti è ora di sgranchire i pistoni delle nostre cavalcature.

Ci si trova per colazione all’Agriturismo La Torre per le 9,30 e poi si parte.

Si comincia la nuova stagione!


Visualizzazione ingrandita della mappa

28-08-2011 giro per le montagne bergamasche

26

Questa settimana la proposta è per un giro non troppo impengativo, circa 260 km, per ritrovarci tutti dopo la pausa di ferragosto.

La proposta è la seguente:

Spino – Sarnico – Lovere – Boario Terme – Colere – Castione della Presolana  – Ponte Nossa – Oltre il Colle – Selvino – Grassobbio – Crema

Ritrovo: tra le 9 e le 9,30 al solito bar al semaforo di Spino

Pranzo: al sacco dove e quando abbiamo fame lungo l’itinerario.

Cena: a Zappello alla Sagra, prenota il Pippo per le 20,30

 


View Larger Map

12-08-2011 Foto Giro Alpi Svizzere

16

Ecco la galleria con le foto del giro fatto da Andrea C. e Andrea G..

12-08-2011 Giro alpi svizzere

10

Oggi il giro proposto è più impegnativo del solito, si sconfina in Svizzera con l’obbiettivo di portare le nostre moto a fare quello per cui sono state progettate: LE CURVE!

L’idea è quella di trovarsi al semaforo di Spino d’Adda per le 8, caffè e partenza massimo per le 8,30.

Si prosegue per Trezzo sull’Adda, Lecco (pausa caffè), Chiavenna (via statale veloce, non lungo il lago).

A questo punto comincia la parte interessante del giro si prende la strada che porta al Passo dello Spluga: è per lo più una vecchia strada di montagna stretta e non molto veloce, ma con il fascino della strada di montagna d’altri tempi. Superato il lago di Montespluga la strada arriva al passo, che è anche il confine con la Svizzera, siamo a quota 2114 mt.

Una bella discesa su strada ora più ampia ci porta all’abitato di Splugen dove imbocchiamo la “Viamala”, antica strada che varca le alpi e scende, seguendo il primo tratto del Reno, in spettacolari gole e ci accompagna fino a Thusis.

Qui svoltiamo a destra e imbocchiamo la valle che porta a Tiefencastel da dove comincia la salita per il passo del Julier, strada spettacolare e potenzialmente velocissima, è aperta tutto l’anno e sempre in ottime condizioni poichè è la via d’accesso a Sankt Moritz dal nord della Svizzera. Raggiunto il passo siamo a quota 2284 mt.

Una rapida e breve discesa ci porta a Silvaplana nei pressi di Sankt Moritz.

Qui possiamo scegliere se scendere dal Maloja, tornare a Chiavenna e poi a casa abbreviando così il giro. In questa configurazione sono 420 km.

 


View Larger Map

 

Altrimenti possiamo proseguire con l’itinerario completo: ci dirigiamo a Pontresina da dove comincia la salita per il Passo Bernina a quota 2323 mt. Si scende nella valle di Poschiavo e si giunge a Tirano, di nuovo in Italia.

Svoltiamo a destra e percorriamo un breve tratto di Valtellina per poi girare subito a sinistra e salire al passo dell’ Aprica a quota 1181 mt da qui si scende a Edolo in Valle Camonica che si percorre fino a Lovere su una veloce statale di fondovalle, si svolta verso il lago di Endine arrivando alle porte di Bergamo, Treviglio e quindi Spino d’Adda.

In tutto sono 480 km che si percorrono tranquillamente in una giornata, ma che richiedono passo spedito ma rispettoso dei limiti e le giuste soste per caffè, sigaretta, foto ricordo e pranzo (quando abbiamo fame decidiamo dove fermarci). Sicuramente è un giro impegnativo ma altamente appagante.

 


View Larger Map

In ultimo qualche nota sulla Svizzera in moto: innanzitutto il codice della strada è da rispettarsi, i limiti se ci sono sono messi con cognizione di causa, quindi rallentate. Sulle strade di montagna si può sorpassare ovunque, anche nei tornanti!, basta che ci sia la linea tratteggiata. Il limite nei centri abitati generalmente è 60 km/h mentre fuori è 80 km/h. Quelli urbani vanno rispettati scrupolosamente mentre fuori dai centri abitati ci si può lasciare andare un po’ di più, attenti però: se superate di 40 km/h i limiti (ovvero 120 km/h fuori dai centri abitati)  c’è il processo penale e l’ammenda è in funzione dei vostri redditi e averi (e i conti li fanno loro e non la dichiarazione dei vostri redditi)!!!! Per il resto la Svizzera è un paradiso per i motocilcisti, le strade sono buone o ottime (considerate che spesso siete su strade in cui 9 mesi all’anno c’è neve e i tombini sono comunque a filo potete giocare a prenderli tutti: nessun salto) la segnaletica è precisa e i limiti ci sono solo dove serve, i paesaggi sono fantastici e le curve sono perfette. Testa sulle spalle e divertimento assicurato!

09-08-2011 Serata Gelato

9

Questa sera ci si trova alle 21,15 dalle sorelline Samarani a Vaiano e poi cercheremo una gelateria aperta……

06-08-2011 tutti al mare a mostrar…..

4

Se il tempo regge andiamo tutti al mare, destinazione Varazze Liguria.

Primo ritrovo davanti a casa di Denise alle 7/7.30 a Vaiano
Secondo ritrovo all’area di servizio alle 9/9.30: MARENGO NORD
Diramazione A26-A7 Predosa-Bettole
direzione AUTOSTRADA DEI TRAFORI
Km 9.7 – tra allacciamento A7 e Novi Ligure

Circa 200 km e circa 2h e 15 min.

 


View Larger Map

 

Per il ritorno due proposte e scegliamo dirattamente nel pomeriggio:

  • la prima si torna per la stessa strada 200 km e circa 2h e 15 min
  • la seconda è per il passo del Sassello e rientro in autostrada ad Alessandria 220 km e circa 3h e 15 min, più lungo ma più divertente


View Larger Map